QUESTIONARIO SUL COMPOSTAGGIO DOMESTICO
04/05/2018
Il "Piano regionale di gestione dei rifiuti urbani e dei fanghi di depurazione" n. 140-14161 del 19 aprile 2016, rilevato che l'attività di autocompostaggio deve essere sostenuta dalle amministrazioni pubbliche attraverso la costituzione di un Albo degli utenti compostatori, la realizzazione di campagne di comunicazione e deve essere sistematicamente monitorata, anche al fine del riconoscimento di riduzioni e/o agevolazioni tariffarie.
Considerato che è auspicabile poter conteggiare nella quota di raccolta differenziata i rifiuti organici destinati al compostaggio domestico, che al momento attuale non possono essere considerati quale rifiuto differenziato, al fine di raggiungere l'obbiettivo fissato al 65% della normativa in essere.
Considerata la necessità di disciplinare la pratica del compostaggio domestico a livello comunale come richiesto dalla normativa vigente, si è ritenuto inviare ad ogni famiglia l'allegato questionario.
Documenti
  1. Per maggiori informazioni consultare l'avviso in allegato.
  2. Questionario da compilare.