I Piloni
I Piloni


Le testimonianze artistiche presenti in Osasco abbracciano una produzione popolare diffusa in Piemonte, quella dei “Piloni”.
Su come queste testimonianze artistico – religiose siano nate, non risulta ci siano prove documentali.
Uno dei primi elementi che saltano all’occhio, è costituito dal fatto che questi tempietti si trovano quasi sempre nei pressi di un incrocio fra più strade, per ricordare qualche avvenimento particolare, o per l’adempimento di un “voto” fatto in un momento di grave pericolo, scampato grazie all’intervento di qualche “conoscenza” in paradiso, a cui veniva appunto in seguito dedicato il pilone e probabilmente perché la gente in questi punti si incontrava, si aspettava e, magari mentre attendeva pregava. Poi forse nasceva l’idea di ricordare con un pilone il Santo invocato in una determinata occasione.
Di certo si sa che fin verso gli anni ‘70 alcuni piloni erano meta di particolari pellegrinaggi, di processioni chiamate “Rogazioni”: si trattava di momenti di preghiera che si svolgevano, alle prime luci dell’alba, in primavera ed erano rivolti ai santi, al fine di implorarli affinché allontanassero la grandine, la morte improvvisa ed altre calamità della vita.
L’elenco dei piloni presenti in Osasco: Calliera, Via Bussonrondo, Via Simondetti, Via Prabello, Regione Conti, via Martiri della libertà, Via Ronchi, Via Viassa, via Rovina e quello nei pressi dell’area ex distributore (Maffei).
Si tratta di un numero considerevole di cappellette votive, alcune delle quali compaiono su una mappa catastale comunale risalente alla metà del XVIII secolo, soprattutto se rapportato all’estensione del territorio del comune di Osasco, e si tratta, quindi, di un numero significativo sul piano degli studi sociali.
La presenza di espressioni concrete di culto popolare sul tipo delle cappelle votive sta ad indicare, di norma, la necessità pratica di allontanare un pericolo. Trattandosi di un territorio di campagna e che da sempre ha vissuto sui raccolti agricoli, è evidente che almeno una gran parte dei piloni fu costruita per stornare grandini, siccità, alluvioni, ossia tutti gli effetti atmosferici, climatici e ambientali che potessero tradursi negativamente per il lavoro agricolo. Alcuni dei piloni furono edificati in dedica a persone specifiche, di cui si intendeva onorare la vita in un percorso ideale di celebrazione attraverso la preghiera.
Osasco

Tag: I Piloni